La nascita del mito

Minotauro Il nome originario di Taormina era Tauromenium, abitazione sul Tauro, riferito al monte su cui fu costruita. Alcuni studiosi attribuiscono il nome di “Taormina” sia ai Siculi che ai Greci, anche se esistono numerose leggende che legano il nome originario di Tauromenium a storie molto più fantasiose, come ad esempio quella del Minotauro, raffigurato in alcune antiche monete, o quella dei due principi Taurus e Mena, provenienti dalla Palestina, che avrebbero dato origine alla città e al suo nome.

Taormina ai tempi nostri

Indimenticabile punto d’incontro tra cinema, letteratura e arte

Il turista che viene in Sicilia per la prima volta non può non visitare, almeno per un giorno, la terrazza più spettacolare e panoramica di tutta l’isola, la meta turistica siciliana per antonomasia conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo: Taormina.
Meta ambita dai più famosi registi, i quali l’hanno scelta come set di naturale bellezza per i loro film, Taormina è stata sempre una località frequentata da attori famosi, persone altolocate e ricche famiglie nobiliari.

vicoli di Taormina

Tra i personaggi illustri che hanno visitato e frequentato Taormina ricordiamo, solo per citarne alcuni: Goethe, Nietzsche, Richard Wagner, gli Zar Nicola I e II e la Zarina Aleksandra Fëdorovna Romanova, Gabriele D’Annunzio, Gustav Klimt, Sigmund Freud, D. H. Lawrence, Soraya, Ava Gardner, Romy Schneider, Greta Garbo e moltissimi altri.

Molti sono i luoghi e le destinazioni da visitare in Sicilia, terra di natura, cultura, emozione e sapori e di sicuro uno di questi per i viaggiatori stranieri, ma anche Italiani, è la “città della dolce vita”, Taormina, situata a circa 200 m. sul livello del mare, con i suoi viali stretti animati dai colori dei tamburelli siciliani, delle ceramiche variopinte, dei dolci di mandorla e di altri souvenir esposti dai caratteristici negozietti che vanno da Porta Messina a Porta Catania.

Taormina, durante la stagione estiva, diventa un palcoscenico d’eccezione per diversi eventi culturali tra cui concerti di musica classica e pop, rappresentazioni classiche, opere liriche,   rassegne di musica, teatro e danza - Taormina Arte, rassegne cinematografiche - Taormina Film Fest, Nastro d’Argento - e numerosi altri, tutti nell’incantevole scenario del Teatro antico, spettacolo nello spettacolo.

Da visitare a Taormina

I luoghi da non perdere per i turisti

Teatro Greco Taormina

Inizieremo adesso una passeggiata virtuale tra i vicoli e le piazze alla scoperta della meravigliosa città turistica di Taormina, percorrendo i posti più caratteristici che contraddistinguono questa città per il suo splendore.
Attraversando Porta Messina si percorre il Corso Umberto I fino ad arrivare nella suggestiva Piazza Vittorio Emanuele II.
Su questa piazza sorge il Palazzo Corvaja, edificio di origine araba, seguito dalla chiesa di S. Caterina d’Alessandria, risalente alla metà del XVII secolo e restaurata nel ‘900.
Continuando il nostro percorso, possiamo visitare i resti dell’Odeon dietro la chiesa di S. Caterina, costruzione romana di età imperiale di fine ‘800.
Di fronte alla Piazza Vittorio Emanuele II si trova il Palazzo dei Congressi, affiancato dai resti di un grandioso edificio termale di epoca romana.

Taormina conserva ancora quasi intatto uno dei gioielli dell’architettura ellenistica: il Teatro Greco, cui si giunge percorrendo l’omonima via.
Il Teatro Greco è il secondo dei teatri classici di Sicilia per grandezza dopo quello di Siracusa, con un diametro massimo di 109 metri, costruito dai Greci per le rappresentazioni sceniche e in seguito ampliato e quasi interamente rifatto dai Romani, adibito a spettacoli di gladiatori ed infine restaurato negli anni ’80 del ‘900.

Un altro dei più importanti monumenti romani della Sicilia è il complesso architettonico delle Naumachie, costruzioni di grandi e piccole nicchie in mattoni, che si alternano per formare una struttura di contenimento per un’enorme cisterna, in cui potevano versare le altre più piccole presenti a monte.

Proseguendo per Corso Umberto I si arriva in Piazza IX Aprile, in cui si apre un belvedere con una vista mozzafiato che vi lascerà stupiti tra il candore dell’Etna imbiancata e il turchese della costa orientale siciliana.
Tra i monumenti da visitare a Taormina va ricordata, inoltre, la Cattedrale di S. Nicolò in Piazza del Duomo, costruita nel XIII secolo sull’area di una chiesa precedente, riedificata nel XV e XVI secolo e nel Settecento.

Piazza IX Aprile Taormina

Duomo di Taormina

 

Se avete ancora tempo a disposizione, potete anche visitare:

  • la Casa Floresta con i suoi elementi architettonici del ‘400 e ‘500;
  • il Palazzo dei Duchi di S. Stefano, risalente alla seconda metà del XIII secolo;
  • la Badia Vecchia, o Badiazza, in cui ha sede il Museo Archeologico, che conserva reperti risalenti all’800;
  • Castelmola, caratteristico paesino a pochissimi km da Taormina, situato in cima a una roccia calcarea, anticamente costruito per proteggere Taormina dagli attacchi dei popoli colonizzatori.;
  • la romantica spiaggia di Isola Bella, con il suo scoglio ricoperto dalla rigogliosa vegetazione mediterranea, dichiarato “monumento naturale” dalla Regione Siciliana nel 1984 ed istituito riserva naturale nel 1998.

Da fare a Taormina

Prima di lasciare Taormina, assicuratevi di aver visitato l’interno del Teatro Greco ed aver ammirato il paesaggio della costa siciliana attraverso le colonne situate nella parte posteriore della scena.
Non dimenticate di fare un bagno nella caratteristica spiaggia di Isola Bella e di assaggiare un cannolo alla ricotta, un succo di agrumi o una delle molteplici varietà di granite artigianali prodotte dai ristoratori locali, insieme a molte altre prelibatezze tipiche della nostra terra.

Spiaggia di Isola Bella TaorminaTeatro Antico Taormina illuminato

Promozioni

promozioni bed and breakfast

Scopri le nostre promozioni e prenota subito la tua vacanza in Sicilia.

Prenota

Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Protected by Verisgn

Raccomandato su Trip Advisor       Strutture ricettive Acireale        Azienda Provinciale CataniaGuide Routard Guide Petit Futè